Di Più

Meteoriti di Vesta Asteroid

Meteoriti di Vesta Asteroid



Si ritiene che circa il 5% dei meteoriti trovati sulla Terra provenga da un impatto su Vesta


Meteoriti Vesta: Le immagini sopra sono microfotografie di sezioni di tre meteoriti confermate come originate dall'asteroide Vesta. Fotografate alla luce trasmessa sotto i polarizzatori incrociati, queste immagini rivelano la composizione minerale e la consistenza dei meteoriti. Le barre della scala bianca sono 2,5 millimetri. Immagini fornite da Harry Y. McSween, The University of Tennessee.

Asteroide Vesta: Vesta, ufficialmente chiamato "4 Vesta", è uno dei più grandi asteroidi del sistema solare. È lungo circa 500 chilometri (300 miglia) e comprende circa il 9% della massa della cintura di asteroidi. Il veicolo spaziale Dawn della NASA ha orbitato Vesta per circa un anno tra luglio 2011 e giugno 2012, raccogliendo dati sulla mineralogia, la chimica e la composizione isotopica dell'asteroide. Questa immagine mostra l'area polare sud di Vesta, che mostra il cratere Rheasilvia che è di circa 500 chilometri (300 miglia). Immagine della NASA.

L'origine dei meteoriti

Un meteorite è una roccia che un tempo faceva parte di un altro pianeta, una luna o un grande asteroide. È stato rimosso dalla sua casa a causa di un potente evento di impatto. Quell'impatto lanciò la roccia con forza sufficiente per sfuggire alla gravità del suo corpo di casa e spingerla attraverso lo spazio.

Mentre viaggiava nello spazio, era noto come "meteoroide". Alla fine, forse miliardi di anni dopo, la meteoroide fu catturata dal campo gravitazionale terrestre e cadde attraverso l'atmosfera terrestre a terra.

Meteoriti di Marte, Luna e Asteroidi

Sebbene i meteoriti siano estremamente rari, migliaia di essi sono stati trovati sulla superficie terrestre. Si ritiene che oltre il 99% di tutti i meteoriti trovati sulla Terra siano pezzi di asteroidi. Alcuni dei meteoriti trovati sulla Terra sono stati attribuiti a specifici corpi del sistema solare.

Un numero molto piccolo (meno dell'1 / 4% di tutti i meteoriti trovati sulla Terra) è stato attentamente studiato e attribuito alla Luna 2 o a Marte 3. Alcuni sono stati studiati in modo sufficientemente approfondito da essere attribuiti all'asteroide Vesta. Alcuni ricercatori ritengono che uno straordinario 5% -6% di tutti i meteoriti trovati sulla Terra abbia avuto origine da Vesta. 4

Topografia degli asteroidi Vesta: Mappa topografica a colori dell'asteroide Vesta che visualizza l'area polare sud. Le aree blu profonde sono minimi topografici. I massimi topografici vanno dal rosso al rosa al bianco. Questa vista mostra il gigantesco cratere Rheasilvia nell'emisfero meridionale con un'alta cima centrale. Immagine della NASA.

Determinare la fonte di un meteorite

I ricercatori hanno imparato molto sulla chimica, la mineralogia e la composizione isotopica delle rocce della Luna studiando esemplari riportati sulla Terra dalle missioni lunari della NASA. Le caratteristiche delle rocce su Marte sono state determinate attraverso analisi fatte da rover e altre attrezzature inviate su quel pianeta. Confrontando la composizione dei meteoriti con questi dati, i ricercatori sono stati in grado di identificare i meteoriti che sono probabilmente pezzi di Luna e Marte.

Mentre orbita attorno a Vesta, la navicella spaziale Dawn della NASA ha scannerizzato la superficie dell'asteroide, raccogliendo dati sulla sua composizione chimica e mineralogica. Questa informazione ha confermato che i meteoriti HED, un sottogruppo di meteoriti acondrite pietrosi, sono pezzi di Vesta che sono caduti sulla Terra. Le immagini colorate nella parte superiore di questa pagina sono microfotografie di fette di meteoriti HED di Vesta prese in luce polarizzata piana sotto polarizzatori incrociati.

Meteoriti HED


Microfotografie di tre meteoriti Vesta mostrate in maggior dettaglio nella parte superiore di questa pagina. Immagini di Harry McSween, Università del Tennessee.

I meteoriti HED sono acondriti (meteoriti pietrosi che non contengono condrule) simili alle rocce ignee terrestri. Si pensa che abbiano avuto origine da Vesta. Esistono tre sottogruppi: Howardites, Eucrites e Diogenites. Questi differiscono per composizione minerale e consistenza, che sono stati determinati dalla loro storia mentre fanno ancora parte della crosta di Vesta.

Howardites:

Gli howarditi sono brecce regolate costituite da eucrite, diogenite e alcune condrole carbonacee. Si ritiene che si siano formati sulla superficie di Vesta da ejecta a impatto che fu seppellito da detriti di impatto successivi e litificato. Non esistono equivalenti terrestri noti per questo tipo di roccia.

Eucriti:

Le eucriti basaltiche sono rocce della crosta di Vesta che sono composte principalmente da pirossene povero di Ca, piccione e plagioclasio ricco di Ca. Gli eucriti cumulati hanno una composizione simile agli eucriti basaltici; tuttavia, hanno orientato i cristalli e si pensa che siano rocce invadenti, cristallizzate in trame poco profonde all'interno della crosta di Vesta.

Diogenites:

Si ritiene che le diogeniti si siano cristallizzate in plutoni profondi all'interno della crosta di Vesta. Hanno una consistenza molto più grossolana rispetto agli eucriti e sono composti principalmente da ortopropossene, plagioclasio e olivina ricchi di Mg.

Riferimenti meteoriti
1 Meteorwritings: una serie di articoli sui meteoriti scritti da Geoffrey Notkin di Aerolite Meteorites e pubblicati dal 2008 al 2010.
2 meteoriti lunari: Dipartimento di Scienze della Terra e del Pianeta, Università di Washington a St. Louis, ultimo accesso ottobre 2019.
3 meteoriti marziani: International Meteorite Collectors Association, ultimo accesso ottobre 2019.
4 Dawn's Target - Vesta and Ceres: articolo nella sezione Dawn Missions del sito web della NASA, ultimo accesso a ottobre 2019.
5 materiali extralunari in Regolatore lunare: un libro bianco presentato per il Decadal Survey della NRC di Marc Fries, John Armstrong, James Ashley, Luther Beegle, Timothy Jull e Glenn Sellar. Lunar and Planetary Institute, ultimo accesso ottobre 2019.

Cratere Rheasilvia come fonte di meteoriti

La caratteristica più importante sulla superficie di Vesta è un enorme cratere vicino al polo sud. Il cratere Rheasilvia ha un diametro di circa 500 chilometri (300 miglia). Il fondo del cratere si trova a circa 13 chilometri (8 miglia) sotto la superficie indisturbata di Vesta e il suo bordo, una combinazione di strati rovesciati ed ejecta, sorge tra 4 e 12 chilometri (2,5 e 7,5 miglia) sopra la superficie della superficie indisturbata di Vesta. Si pensa che questo cratere si sia formato da un impatto enorme con un altro asteroide circa un miliardo di anni fa.

Si ritiene che l'impatto abbia lanciato circa l'1% del volume di Vesta come ejecta, esponendo più strati della crosta nelle pareti del cratere ed eventualmente esponendo un mantello di olivina. Si ritiene che questo impatto sia stato la fonte dei meteoriti HED trovati sulla Terra e circa il 5% degli asteroidi terrestri. 4

Meteoriti su Luna e Marte

Meteoriti oltre la Terra sono stati trovati dalle missioni spaziali della NASA. Almeno tre meteoriti residenti lunari sono stati trovati dagli sbarchi sulla Luna della NASA. Inoltre, nei campioni di regolite lunare sono state trovate prove di tracce di materiali extralunari. I Mars Rovers della NASA hanno incontrato e fotografato diversi meteoriti impressionanti sulla superficie di Marte.


Guarda il video: Vesta: geologia di un asteroide